Scuola di Farmacia e prodotti della salute

Occorre uscire da una visione un po’ stereotipata del farmacista (tipicamente in Italia ma anche in altri paesi più avanzati come gli Stati Uniti d’America) visto come professionista che dietro ad un banco dispensa “scatolette” o prepara prodotti galenici.

In un mondo che è in continua e rapidissima evoluzione anche la professione del farmacista sta evolvendo. Occorre uscire da una visione un po’ stereotipata del farmacista (tipicamente in Italia ma anche in altri paesi più avanzati come gli Stati Uniti d’America) visto come professionista che dietro ad un banco dispensa “scatolette” o prepara prodotti galenici.

Il Farmacista è un professionista a 360° della salute, con una precisa competenza sui prodotti, la loro invenzione, progettazione e preparazione, la loro funzione e utilizzazione, a fianco delle altre professioni sanitarie e di ricerca, medico in primis, nella cura e mantenimento della salute della popolazione. I livelli di intervento sono 5: farmacia al pubblico, ospedali e strutture assimilabili, ricerca, industria, distribuzione.

Cosa dice la legge Italiana

Secondo il disposto legislativo del 2009 (per l’attuazione del quale però i farmacisti hanno incontrano molti ostacoli attuativi) i farmacisti devono saper gestire le risorse del sistema sanitario per migliorare i risultati terapeutici , e per promuovere il miglioramento della salute , benessere e prevenzione delle malattie.

In questa idea sono contenute tutte le strategie per la salute: dai ruoli nella ricerca, a quelli nella industria, dal monitoraggio della terapia prescritta dal medico (aderenza terapeutica), al consiglio dei prodotti da banco, dispositivi medici, dermo-cosmetici, alimenti dietetici, integratori nutrizionali ed erboristici. Il farmacista dovrà lavorare in stretto affiancamento del medico a tutte le strategie atte ad ottenere il miglior risultato contenendo così la spesa pubblica, specie quella relativa agli interventi di urgenza (ospedalizzazione ecc..) dovuti a mancata o scorretta applicazione della terapia. In questo sono ovviamente le persone meno autosufficienti ed istruite quelle a necessitare del maggiore sostegno.

L’Università si sta quindi adeguando per conferire allo studente oltre alle tradizionali competenze anche quelle per:

- l'impegno a prendersi cura dei i pazienti,

- la conoscenza approfondita dei farmaci e delle scienze biomediche , del comportamento, e cliniche

- la capacità di applicare i principi e le linee guida terapeutiche basate sull'evidenza ed evoluzione delle scienze emergenti

- tecnologie e rilevanti problematiche giuridiche , etiche , sociali, culturali , economiche e professionali necessarie alla farmacia pratica .

L’aspirazione è quella di dare ai Farmacisti l'autorevolezza e l'autonomia per progettare e realizzare i prodotti per la salute, gestire la terapia con farmaco e i risultati terapeutici dei pazienti.

Quale formazione in un mondo che cambia

Questo tipo di formazione viene impartito con alcuni insegnamenti specifici degli ultimi anni del corso di laurea Magistrale ma sono già stati implementati da alcuni anni all’interno di Corsi di Specializzazione, Aggiornamento e Formazione Post Laurea (Master ecc..) i quali consolidano le informazioni generali acquisite durante il corso mediante contenuti di tipo specialistico. In sostanza le COMPETENZE sono alla base delle sfide che la professione dovrà affrontare, secondo il modello di sviluppo basato sull’Economia della Conoscenza, teorizzato a Berkley da Enrico Moretti.

Un'altro dei compiti della Scuola è la promozione e coordinamento di corsi per l'aggiornamento continuo della professione del Farmacista e del Farmacista Industriale. Formazione per il farmacista gia nella professione o nella industria, punto di incontro tra Università e Aziende, per utili osmosi. Questo si attua attraverso la realizzazione di iniziative a carattere tematico utili all’aggiornamento professionale o partecipazione alle attività che le aziende svolgono in occasione di eventi fieristici o promozionali. Iniziative per la divulgazione di tecnologie innovative o metodiche avanzate attraverso giornate di aggiornamento professionale.

l'educazione nei Corsi della Scuola di Farmacia prepara i farmacisti a fornire competenze centrate sul paziente ed il prodotto farmaceutico e per la salute, la cura, basate sulla popolazione che ottimizza la terapia farmacologica, per gestire al meglio le risorse del sistema sanitario per migliorare i risultati terapeutici, e per promuovere la salute, benessere e prevenzione delle malattie.